Standard di Qualità

Standard di Qualità

Un Processo di grande cambiamento sta interessando, già da qualche anno, tutto il sistema sanitario del nostro paese. I bisogni sanitari sono stati investiti nel tempo da un processo di progressiva sofisticazione e dalla ricerca di soluzioni individualizzate.
Protagonista” di questo processo è “l’individuo-paziente“, sempre più esigente rispetto al bene fondamentale della salute, che chiede ascolto e cortesia, informazioni chiare e complete, tempestività e puntualità, rispetto della privacy, snellimento delle pratiche e comfort ambientale.
Queste richieste porteranno ad una inevitabile maggiore competitività fra settore pubblico e privato nell’assistenza ospedaliera del sistema sanitario in quanto fondamentale è la libertà che viene riconosciuta al cittadino di scegliere il luogo dove curarsi e la persona da cui farsi curare.
Nelle aspettative degli utenti un posto di rilievo sarà sempre più attribuito al miglioramento della qualità dell’assistenza; quindi il fine essenziale dell’ospedalità privata sarà quello di fornire le migliori cure possibili in un clima di umanizzazione orientato alla soddisfazione dei pazienti, essendo l’ospedalità privata basata sull’alternativa e sulla libera scelta.
Pertanto la qualità, l’efficienza, l’efficacia delle cure rappresentano un dovere deontologico dei medici e un monitoraggio della funzionalità della struttura.

La Casa di Cura Porta Sole ha ottenuto nel Dicembre 2016 il rinnovo dell’accreditamento istituzionale con la regione Umbria

  • RICOVERO OSPEDALIERO
    1. Notevole diminuzione dei tempi di attesa per il ricovero programmato nei periodi di maggiore utenza grazie alla riduzione dei tempi di degenza dovuti al continuo miglioramento e rapidità dei servizi diagnostici, alla degenza media pre-chirurgica di 1 (uno) giorno, all’attivazione della chirurgia a ciclo breve (Day Surgery o One Day Surgery).
    2. Maggiore appropriatezza clinica e quindi maggiore efficacia dell’intervento nei confronti del paziente che lo riceve secondo quanto previsto da linee guida e protocolli delle società scientifiche e della medicina basata sull’evidenza (EBM).
  • CARTELLA CLINICA
    Adozione della cartella clinica unica e servizio archivio con tempi di consegna della fotocopia richiesta entro le 48 h nei casi di provata urgenza, 15/20 giorni nei casi normali (salvo ritardi per esami istologici in corso). L’accesso alla cartella clinica è limitato e sotto la responsabilità del medico curante e del Direttore Sanitario. La fotocopiatura dei documenti viene fatta solo da personale espressamente autorizzato.
  • RICONOSCIMENTO PERSONALE
    Adozione del distintivo di riconoscimento di tutto il personale riportante nome, cognome e qualifica professionale.
  • QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DEL RICOVERO (Customer Satisfation)
    Adozione dall’01.01.1997 del questionario di valutazione del ricovero nel suo complesso (sanitario, alberghiero, relazionale) come importante indicatore di qualità percepita ed erogata. Il paziente può liberamente esprimere, in modo anonimo, il proprio parere sulla qualità delle prestazioni, dei servizi e dell’assistenza ricevuta.
    L’analisi periodica di tale documento ha permesso alla Direzione di avviare progetti di miglioramento qualitativo che hanno riguardato:

    1. Miglioramento continuo del comfort ambientale attraverso la riduzione dei posti letto, l’aumento dei servizi igienici, la dotazione in tutte le camere di telefono, TV.
    2. Rafforzamento dell’ufficio relazioni con il pubblico.
    3. Introduzione di meccanismi di tutela della privacy.
    4. Miglioramento delle fasi di “accoglimento” del paziente secondo modalità di accesso programmato fatta in ambiente riservato da parte di personale autorizzato a raccogliere dati e da un medico accettante preposto per la prima valutazione clinica.
    5. Adozione di regolamenti, istruzioni operative e procedure interne sempre aggiornate atte a migliorare aspetti comportamentali, igienico sanitari, organizzativi.
  • DOTAZIONE TECNOLOGICA
    La dotazione tecnologica è certamente uno dei principali indicatori di qualità dell’assistenza. La dotazione tecnologica della Clinica “Porta Sole” va ben al di là dei requisiti richiesti. La presenza di attrezzature di alta tecnologia come la TAC Spirale o il LITOTRITORE Extracorporeo testimoniano la costante ricerca di soddisfacenti standard di qualità. Da pochi anni è stato allestito un nuovo blocco operatorio composto da 3 sale più accessori adatto a rispondere alle più attuali esigenze in tema di dotazione tecnologica e dispositivi di sicurezza per una chirurgia moderna e sempre più ultraspecialistica. In questo senso il reparto è stato da tempo dotato di un articolato e specifico strumentario anche per quei settori specialistici della chirurgia in continuo sviluppo come la chirurgia videolaparoscopica, la chirurgia ortopedica protesica ed artroscopica, la chirurgia urologica, ecc.

    Tutte le attrezzature sono sottoposte a verifiche periodiche come previsto dalla normativa vigente ad opera di un responsabile preposto alla gestione delle apparecchiature.
  • DIRITTO AL RECLAMO
    È presente un apposito ufficio rapporto-degenti per l’inoltro verbale o scritto di eventuali reclami.
  • CONTROLLO STANDARD DI QUALITÀ DELLE ATTREZZATURE TECNOLOGICHE
    È compito della Direzione Sanitaria valutare costantemente il grado qualitativo delle attrezzature tecnologiche esistenti sulla base di analisi riguardanti:

    1. L’obsolescenza del parco-apparecchiature e la rispondenza alle norme.
    2. La capacità di erogare prestazioni sanitarie qualitativamente migliori in linea con i piani di lavoro programmati con la Direzione Aziendale.
    3. Valutare segnalazioni provenienti dai responsabili dei servizi e delle unità funzionali.
      Sulla base di tali valutazioni il Direttore Sanitario propone alla Direzione Aziendale la sostituzione o l’acquisizione di nuove apparecchiature secondo programmi preferenziali, in linea con le risorse a disposizione.
      La costante attenzione a questo problema consente di dire che la maggior parte delle attrezzature sanitarie di rilevanza diagnostica e terapeutica presente attualmente all’interno della struttura ha meno di cinque anni e quelle più vecchie sono sottoposte a verifiche periodiche sulla rispondenza delle norme.
  • CASA DI CURA E AIOP
    La Casa di Cura Porta Sole aderisce da molti anni all’AIOP (Associazione Italiana Ospedalità Privata) organo ufficiale e guida autorevole della Sanità privata Italiana seguendone gli orientamenti per poter offrire una migliore qualità di servizi e migliorare il rapporto con il paziente.
    Questo cammino verso la qualità ha visto l’adozione dei manuali editi dall’AIOP: “la qualità dei servizi nella Casa di Cura”, “manuale dell’Emergenza nelle Case di Cura private Italiane”.
    Tutti questi “manuali” sono forniti a dirigenti ed operatori affinché il personale abbia a disposizione uno strumento utile per prevenire e gestire situazioni di difficoltà.